Viticoltura Sostenibile e Innovazione | Umberto Cesari

Sostenibilità e innovazione

La via della qualità nel rispetto
dell’uomo e della natura

Il vino non può essere prodotto senza rispetto. Rispetto della natura, rispetto dei suoi frutti, rispetto per chi andrà a goderne. Per questo agiamo secondo i principi dell’agricoltura integrata certificata SQNPI, associata a valori per noi fondamentali come sostenibilità e innovazione, e mettiamo le tecnologie più moderne al servizio del sapere antico da cui trae origine il nostro vino. L’innovazione per noi non è solo tecnica e sviluppo, ma anche coscienza nell’utilizzarla. Per questo ci siamo dotati di un codice etico, che indirizzi tutte le attività e le persone impiegate in azienda, secondo principi di legalità, responsabilità sociale e innovazione sostenibile.

I VIGNETI

Le viti richiedono sapere, pazienza e dedizione. Le nostre vigne sono inerbite per proteggere il suolo dall’erosione e dalla destrutturazione, mantenendo al tempo stesso un buon livello di biodiversità. In ogni fase del ciclo vitale adottiamo le migliori tecniche, sempre totalmente naturali, per garantire alla pianta salute e un ambiente ottimale per la sua vita e il suo lavoro.

LA VITICOLTURA SOSTENIBILE

Per mantenere il vigneto in salute abbiamo adottato solo prodotti a base vegetale in modo da ridurre i residui, sia nei vigneti a conduzione integrata (certificata SQNPI), sia in quelli condotti in regime biologico.

Per garantire la vitalità del suolo, impieghiamo vermicompost, concimi organici e organo-minerali e micorrize. Un maggiore utilizzo di questi elementi, totalmente naturali e sostenibili, si concretizza in piante più forti rispetto ai parassiti e alle malattie, in grado di produrre frutti migliori.

Per minimizzare il ricorso all’irrigazione riducendo contemporaneamente l’apporto di concimi, utilizziamo la zeolite. Meno acqua significa ambiente più integro ed equilibrato.

Per coadiuvare il nostro impegno quotidiano in vigna ricorriamo ai più moderni sistemi di monitoraggio delle nostre piante. Le centraline meteo ci permettono di rilevare il microclima di ogni singola parcella. A questo affianchiamo le mappe di vigore, messe a punto insieme all’Università degli Studi della Tuscia. Ogni mappa ci consente di conoscere i reali bisogni del vigneto e fornire nutrimento a seconda delle effettive necessità ogni singolo appezzamento. Nel periodo che anticipa la vendemmia, leggendo queste mappe possiamo orientare i prelievi per verificare le curve di maturazione e organizzare le operazioni di raccolta delle uve.

Per saperne di più

1. Che cos’è il vermicompost?

Un composto innovativo, ma assolutamente naturale, che sfrutta la capacità dei lombrichi rossi della California di digerire letame totalmente naturale e trasformarlo in un super food che rende le viti più sane, più forti e in grado di produrre frutti migliori.
Il Vermicompost oltre a tutto questo è anche local, perché ideato da una start up del nostro territorio.

2. Cosa sono le micorrize?

Sono funghi assolutamente naturali che, lavorando in simbiosi con le radici della vite, le garantiscono maggiore accesso al nutrimento, rendendola al tempo stesso più resistente ad attacchi patogeni. L’utilizzo delle micorrize favorisce inoltre una migliore maturazione dei frutti.

3. Cosa è la zeolite?

Una polvere di roccia, quindi totalmente naturale, che ha la particolarità, una volta somministrata direttamente sui terreni, di assorbire gli eccessi di acqua, responsabili, in alcune annate, del proliferare di funghi e parassiti che potrebbero nuocere alla pianta.

LA CANTINA DI VINIFICAZIONE

In cantina non viene meno il nostro impegno alla sostenibilità e all’innovazione. Due aspetti essenziali per esprimere vini territoriali e della migliore qualità possibile.

TECNOLOGIE ALL’AVANGUARDIA

TECNOLOGIE ALL’AVANGUARDIA

Per farlo ricorriamo in cantina al Selective Process Winery. Un’innovazione composta da vari strumenti tra cui una diraspatrice lineare con tavolo di cernita e, per alcune uve, da un selezionatore ottico, tutto questo per permettere ai nostri vini di mostrare una definizione migliore e quindi una maggiore aderenza al territorio di provenienza.

Anche nelle successive fasi di lavorazione il gesto e l’esperienza trovano nella tecnologia più moderna un aiuto imprescindibile, come testimonia l’utilizzo di:
Pigiatrice dinamica Extractive 2 che ricava dal frutto solo il cuore del succo
• Pressa pneumatica a iniezione di azoto/Co2 che evita possibili ossidazioni
• Fermentatori con impiantistica per la gestione del freddo con controllo
computerizzato delle temperature

Nella fase di affinamento Umberto Cesari non rinuncia alla sperimentazione, utilizzando diversi materiali per la maturazione dei propri vini. Accanto ad acciaio e legno abbiamo introdotto anche i tini Galileo in cemento alleggerito e le anfore in cocciopesto: un materiale antico, realizzato con tecnica moderna.

Per saperne di più

1. Cos è la Selective Process Winery

Il selezionatore lineare con tavolo di cernita riesce a eliminare con precisione i raspi, responsabili, se impiegati nel processo produttivo, di conferire al vino un surplus tannico.
Il selezionatore ottico, vanto di Umberto Cesari visto che in Italia è una delle poche aziende a possederlo, seleziona chirurgicamente i frutti in base al rispettivo grado di maturazione. Solo gli acini a perfetta maturazione compongono i nostri vini premium.

2. Cos è la PIGIATRICE DINAMICA EXTRACTIVE 2

La Pigiatrice Dinamica Extractive 2 rappresenta un nuovo concetto di pigiatura, rompe gli acini lanciandoli per forza centrifuga contro la parete laterale, la sua velocità è regolabile e questo permette di evitare lo spappolamento della buccia. Permette inoltre un’apertura ottimale dell’acino in funzione della sua maturazione, una migliore estrazione di mosto, polifenoli e composti aromatici che permettono di dare vita a prodotti finali senza precedenti.

3. Cosa sono i tini Galileo

I tini sferici di cemento alleggerito Galileo permettono un ottimale affinamento del vino grazie ai moti convettivi che si generano all’interno del contenitore. Le vasche permettono inoltre un controllo della temperatura particolarmente efficace poiché la superficie di scambio termico con il vino ricopre l’intera vasca.

4. Cosa sono le anfore

Le anfore sono realizzate partendo da un impasto di sabbia, cocci di laterizi. L’utilizzo di queste anfore permette di amplificare l’aroma del vino.

UN AIUTO PER L’AMBIENTE


Oltre a fare vino di territorio vogliamo da sempre abbattere le emissioni di CO2. Per farlo ricorriamo ai tappi di sughero Amorim che hanno un minor impatto ambientale e abbiamo scelto di alleggerire il peso del vetro delle nostre bottiglie del 20% negli ultimi anni. Questo garantisce minori emissioni sia in fase produttiva sia nella successiva fase trasporto, perché pensare all’ambiente significa pesare meno su di esso.

IL CODICE ETICO


Oltre a tutti gli sforzi che facciamo e faremo per rispettare i valori di sostenibilità e innovazione in ogni fase del nostro lavoro, abbiamo deciso di sottoscrivere un codice etico interno.
Un documento per noi essenziale, per affrontare i problemi che si presentano nell’attività di tutti i giorni, rispetto a temi di etica, organizzazione e scelte gestionali.