Podere Parolino | Umberto Cesari | Azienda Vinicola Bologna

Podere
Parolino

La collina dai due volti.

La collina del Podere Parolino, grazie alla sua doppia esposizione a nord/nord-ovest e a est/sud-est, può ospitare diverse varietà di vite, sia autoctone che internazionali, sia a bacca bianca sia a bacca nera.

È qui che il tradizionale Trebbiano romagnolo si affianca a Chardonnay, Sauvignon, Sangiovese e Merlot per dare vita a vini freschi e fruttati da consumare giovani: la linea “iove”, l’elegante blend “Moma bianco” e la nostra nuova interpretazione del Sangiovese Rosé, il Costa di Rose.

Le uve di questo podere
Chardonnay
Lo Chardonnay nasce dall’incrocio spontaneo tra Pinot nero e Gouais blanc. Oltre ad essere il vitigno a bacca bianca più diffuso al mondo, è in grado di dar vita ad eccellenti vini bianchi anche in assemblaggio con altri vitigni. Sulle colline di Castel San Pietro Terme, lo Chardonnay esprime al meglio le sue doti di eleganza, struttura e capacità di affinamento, come dimostrato dal nostro Liano bianco.
Merlot
Il Merlot, uno dei vitigni a bacca nera più diffusi al mondo, è frutto dell’incrocio spontaneo tra Magdeleine noire des Charentes e Cabernet franc. Vinificato in purezza, il Merlot dà vita a vini morbidi, eleganti e adatti ai lunghi affinamenti. A Bordeaux spesso è assemblato con il Cabernet Sauvignon. Noi lo abbiamo affiancato al Sangiovese. Da qui nasce il nostro Yemula.
Sangiovese
Il Sangiovese è il vitigno a bacca nera più coltivato in Italia. Una delle sue patrie d’elezione è la Romagna. La presenza di questo vitigno sul territorio è testimoniato da una citazione scritta, si parla di uva Sanzuvesa, su un documento del 1651, custodito nell’Archivio di Stato di Faenza. Oggi, con il nostro Resultum, raccontiamo il lato tipico e al tempo stesso elegante del Sangiovese di Romagna.
Sauvignon
Il Sauvignon fu introdotto nell’Imolese nella seconda metà dell’Ottocento. Una bacca bianca dal carattere intensamente aromatico, abbinato a una grande freschezza, ne fanno un vitigno di grande carattere. Queste doti non lo potevano che rendere adatto a realizzare, insieme allo Chardonnay, il nostro Liano bianco.
Trebbiano romagnolo
Il Trebbiano romagnolo è un’uva a bacca bianca, i cui vini, in Romagna, possono fregiarsi della DOC dal 1973. Particolarmente resistente e versatile, si presta per vini fermi, frizzanti e persino spumanti, ricchi di personalità e grande facilità di abbinamento a tavola. Noi utilizziamo il Trebbiano romagnolo, mescolato con Chardonnay e Sauvignon, per produrre il nostro Moma Bianco.
I vini di questo podere

iove Rosé

Sangiovese, Merlot
7.80
5 punti wine club
Aggiungi al carrello

Moma Bianco

Trebbiano, Chardonnay, Sauvignon
9.50
8 punti wine club
Aggiungi al carrello